Aprile 2024

SCUOLA & UNIVERSITÀ

TORNA IL BANDO DIGITALE 'POLARIS' RIVOLTO A STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

scuola

C’è tempo fino al prossimo 7 giugno per partecipare al nuovo bando del Fondo per la Repubblica Digitale, “Polaris”, dedicato alle scuole e specificamente a studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado per accrescere conoscenze e competenze STEM e accompagnare i ragazzi nella scelta dei percorsi formativi e professionali futuri. Al Fondo per la Repubblica Digitale - nato nel 2021 dalla partnership tra Governo e Acri per accompagnare il Paese verso la transizione digitale – contribuisce attivamente la Fondazione Varrone, che chiama il territorio a partecipare ai bandi in uscita.  
“Il bando “Polaris” si rivolge agli studenti di medie e superiori per aumentare le loro competenze nelle discipline tecnologiche e per aiutarli nelle scelte sul loro futuro formativo e professionali, anche alla luce di ciò che il mercato richiede. Come Fondazione – dice il presidente Mauro Trilli – sosteniamo il Fondo per la Repubblica Digitale affinché la transizione digitale non diventi un’ulteriore forma di esclusione sociale. Alle nostre scuole farsi avanti per cogliere questa opportunità".  
Le proposte possono essere presentate da enti pubblici o privati senza scopo di lucro, in forma singola o in partnership costituite da massimo cinque soggetti. All’interno di ciascun progetto deve essere coinvolta almeno una scuola; possono essere partner di progetto anche Università, Centri di ricerca e associazioni di categoria. Previsto anche il coinvolgimento di enti for profit per l’apporto di know-how nell’ambito dell’orientamento e formazione sulle materie STEM.   
Per “Polaris” il Fondo per la Repubblica Digitale Impresa sociale ha stanziato in totale 20 milioni di euro: 5 milioni sono per i progetti destinati alla scuola secondaria di primo grado, 15 milioni di euro alla scuola secondaria di secondo grado. Ogni progetto può essere sostenuto con un contributo minimo di 400 mila e un massimo di 1 milione di euro e può avere una durata da 6 a 18 mesi. Il bando va presentato attraverso il portale Re@dy (www.portaleready.it).  

condividi su: