Marzo 2024

SISMA

SUPERBONUS, AGOSTINI (FILCA CISL LAZIO NORD): “AUSPICHIAMO UN PASSO INDIETRO DEL GOVERNO”

ricostruzione

“Il nuovo decreto approvato dal governo nella serata di martedì scorso, sulle strette al superbonus è stato un pugno nello stomaco.” Dichiara Francesco Agostini, Filca Cisl Lazio Nord.

“La manovra che di fatto blocca lo sconto in fattura e la cessione dei crediti anticipa il rallentamento di un intero settore, quello delle costruzioni che negli ultimi anni ha trainato l'economia del Paese e la crescita del Pil. Favorita dagli incentivi, la filiera ha determinato la metà dell'incremento del Pil italiano del +8,3% nel 2021 e del +4% nel 2022.

“Le più grandi criticità – continua Agostini - riguardano area cratere e terzo settore. Infatti la stretta al superbonus  impedirà un necessario intervento di riqualificazione del patrimonio abitativo popolare dello IACP e potrebbe bloccare  la fase di ricostruzione delle aree terremotate, soprattutto nel Lazio e nel comune di Amatrice ,dove tra l’altro è appena partito il super cantiere di ricostruzione dell’aggregato urbano, dove  i nuovi lavori non potranno più utilizzare il meccanismo di finanziamento  a copertura della quota di accollo dei proprietari di unità immobiliari inagibili.

Senza lo sconto in fattura – prosegue Agostini - chi ha una casa da riqualificare o addirittura inagibile potrebbe non avere la liquidità necessaria per anticipare i costi di ricostruzione.

Auspichiamo che ci sia una presa di posizione forte da parte delle istituzioni locali e regionali nei confronti del governo affinché si possano trovare meccanismi strutturali di benefici economici volti a tornare indietro rispetto ad una manovra che penalizzerebbe l’intera provincia reatina e il tessuto sociale delle aree da ricostruire” conclude Francesco Agostini.

28_3_24

condividi su: