Dicembre 2018

EVENTI E MANIFESTAZIONI

'SI CHIAMAVA FABER', L'OMAGGIO DI SIRIANNI E VALENTE A VENT'ANNI DALLA SCOMPARSA

musica

L'11 gennaio 1999 Fabrizio De Andrè ci lasciava, "evaporando in una nuvola rossa".
Vent’anni senza Fabrizio De Andrè.
Vent’anni orfani del più grande scrittore di canzoni italiano del Novecento.
Vent’anni in cui le parole e la musica di Faber non sono sbiadite, ma si sono fatte più potenti, evocative, profetiche.

Domenica 13 gennaio il MAC vuole ricordare e celebrare il grande cantautore genovese ospitando "Si chiamava Faber", un concerto ideato da Federico Sirianni e Carlo Valente. I due cantautori trascorreranno insieme al pubblico un pomeriggio omaggiando Faber: raccontandosi, raccontandolo e riproponendo le sue indimenticate canzoni. Sarà un viaggio a due voci, due generazioni a confronto, due vissuti che dialogano a loro modo con il patrimonio poetico e culturale lasciatoci da De Andrè.

Federico Sirianni, classe 1968, è un pluripremiato cantautore genovese, considerato uno degli eredi di questa scuola. Appartiene alla categoria di quelli che hanno avuto l’opportunità di conoscere personalmente Faber. Incontri fugaci in momenti diversi della sua vita, che Sirianni rievoca tra una canzone e l'altra, raccontando anche la doppia anima della sua amata Genova: quella avvolta dalla leggenda musicale della "scuola storica" degli anni '60 (U. Bindi, F. De André, S. Endrigo, B. Lauzi, G. Paoli, Luigi Tenco) e quella più popolana, dal reale difficile, dalla quale la prima prese ispirazione.

Ad affiancarlo ci sarà Valente Carlo, cantautore reatino classe 1990 di nuova generazione, una vera promessa della musica d’autore contemporanea, con numerosi premi e riconoscimenti ottenuti nella sua ancora breve carriera. Valente ci confesserà quanto De Andrè sia stato fortemente presente nella sua formazione e nelle sue esibizioni.
L'evento è organizzato grazie alla collaborazione e al supporto di Ticketgate di Studio Barbonetti Tamara.

condividi su: