Aprile 2022

ELEZIONI

NOME: "SANITÀ, PIOVONO CRITICHE, MA FUORI TEMPO MASSIMO"

elezioni, politica

"Quando era evidente che la sanità a Rieti aveva toccato il fondo, i politici di destra e sinistra tacevano - ricorda Fabio Andreola NOME Officina Politica - si sbrigavano anzi a difendere il direttore generale della ASL in modo trasversale e ad attaccare chi, come NOME Officina Politica, denunciava i gravi problemi che stavano vivendo i reatini, mettendo in evidenza la totale assenza di politica sanitaria strategica per il nostro territorio. 

Era ovvio che la destra, con l’avvicinarsi delle amministrative, avrebbe fatto un voltafaccia alla sinistra prendendone le distanze sul tema della sanità. La sinistra, di cui è espressione l’attuale direttore generale della ASL, a ridosso delle elezioni non poteva non dire qualcosa, stavolta per “autodifesa”. Difficile però, quasi impossibile. Ma il candidato Simone Petrangeli si inventa un clamoroso depistaggio, attaccando, anziché la dirigenza della ASL o la Regione Lazio, il sindaco in carica Cicchetti, per non aver nominato un assessore alla sanità e non aver agito a livello interistituzionale. 

Verrebbe da domandarsi: ma Simone Petrangeli, da consulente della Regione Lazio, non poteva farsi lui promotore di iniziative nella direzione auspicata di una maggiore collaborazione tra istituzioni? Forse, come qualcuno potrà replicare, non rientrava nell’oggetto delle sue consulenze, ma per comprendere la replica, bisognerebbe prima comprendere l’oggetto delle sue consulenze. 

Anche Andrea Sebastiani, impossibile da collocare politicamente, mentre è ancora alla ricerca di un approdo alle prossime amministrative, si unisce al coro e fa eco a Sinibaldi in un attacco frontale alla ASL. In un suo recente articolo paventa una velenosa e indispettita risposta da parte dei vertici della ASL, che  - scrive Sebastiani - sicuramente lamenteranno attacchi strumentali in vista delle prossime elezioni amministrative. Diciamo che al di là di tutto, la tempistica desta forti sospetti. 

Sia chiaro: a noi non interessa vantarci di essere stati i primi a parlare di sanità a Rieti, denunciando problemi e proponendo soluzioni, beccandoci critiche e anche insulti, da destra e da sinistra. 

A noi interessa che i reatini comprendano che chi parlava allora, lo faceva nell’interesse dei reatini, chi lo fa ora, lo fa purtroppo nell’interesse delle proprie liste elettorali".

20_04_22

 

condividi su: