Gennaio 2024

SALUTE

SANITÀ, AURIGEMMA “REPARTO RADIOTERAPIA DE LELLIS ECCELLENZA”

sanità

“Questa mattina abbiamo visitato il reparto di Radioterapia dell’ospedale De Lellis di Rieti, alla presenza della consigliera regionale Eleonora Berni, del Commissario straordinario della Asl, dott.  Mauro Maccari, del sindaco di Rieti Daniele Sinibaldi, e del consigliere dell’Ordine dei Medici di Roma, Prof. Vincenzo Bianco - dichiara il Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Antonello Aurigemma - Il reparto, guidato dal prof. Mario Santarelli, costituisce una vera eccellenza della nostra sanità, dove vengono trattati circa 500 pazienti oncologici all’anno, molti dei quali provenienti da province e regioni limitrofe. Le prestazioni rese sono di elevato livello tecnico, con trattamenti radioterapici avanzati. Ora, sono in corso i lavori per il potenziamento della struttura, con la prossima installazione del secondo acceleratore lineare e di una moderna Tac. Dopo anni di attesa, è in fase di installazione il secondo acceleratore lineare, che sarà  dotato anche di un modernissimo sistema tecnologico prodotto dalla ditta  tedesca Brain Lab, che permetterà di effettuare la radiochirurgia stereotassica, cioè il trattamento in unica seduta di tumori o metastasi.  Il reparto sarà  dotato anche di una moderna Tac di ultima generazione, che verrà utilizzata  per definire e localizzare nei dettagli e in forma tridimensionale  le neoplasie o le metastasi da irradiare, risparmiando così tossicità sui tessuti sani circostanti e migliorando la tollerabilità delle cure. Questo programma di potenziamento costituisce un avanzamento qualitativo della oncologia reatina a vantaggio dei pazienti, che potranno usufruire delle cure più moderne disponibili, costituendo ciò anche motivo di attrazione per le zone limitrofe.

Quella di oggi è stata una iniziativa interessante, e dimostra quanto la nostra sanità sia ricca di potenzialità. E proprio per questo, è fondamentale valorizzare queste eccellenze, che sono dei veri e propri fiori all’occhiello, per garantire sempre un servizio efficiente, adeguandosi alle moderne tecnologie e alle innovazioni scientifiche.

Queste sono anche importanti occasioni di confronto con il personale: proprio per questo intendo ribadire la massima riconoscenza per il grande lavoro svolto, e l’apprezzamento per i programmi di umanizzazione e i riconoscimenti ottenuti dalla struttura nel corso degli anni”

 

condividi su: