Aprile 2021

SALUTE

ASTRAZENECA FASCE D'ETA E SECONDA DOSE

sanità

Nella circolare del Ministero della Salute su AstraZeneca inviata a Regioni, istituzioni e associazioni, si ribadisce che il farmaco è approvato dai 18 anni d'età. 

"Sulla base delle attuali stime di incidenza che indicano l’estrema rarità degli eventi descritti, il bilancio beneficio/rischio del vaccino Vaxzevria si conferma complessivamente positivo, in quanto il vaccino è sicuramente efficace nel ridurre il rischio di malattia grave, ospedalizzazione e morte connesso al COVID-19. Attualmente tale bilancio appare progressivamente più favorevole al crescere dell’età, sia in considerazione dei maggiori rischi di sviluppare COVID-19 grave, sia per il mancato riscontro di un aumentato rischio degli eventi trombotici sopra descritti nei soggetti vaccinati di età superiore ai 60 anni. 

La Commissione rileva, infine, che al momento non sono stati identificati analoghi segnali di rischio per i vaccini a mRNA.

Non è invece ancora possibile esprimere un giudizio in merito ad altri vaccini che utilizzano piattaforme vaccinali virali".

Sul tema dei vaccini ha preso la parola durante la conferenza stampa odierna il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli: "Va ribadito che questo vaccino, AstaZeneca, può coprire la popolazione fragile: le scelte fatte fanno riferimento a eventi trombotici in sede inusuali ma straordinariamente rari: 86 casi su almeno 25 milioni di vaccinati".  Ha poi aggiunto il presidente Draghi " "La disponibilità di vaccini che abbiamo in aprile permette di vaccinare chi ha più di 80 anni, in tutte le Regioni, e in parte chi ne ha più di 70".

08_04_21

condividi su: