Gennaio 2024

PERSONE & PERSONAGGI

L’ATLETA DELLE FIAMME ORO MATTIA FURLANI PREMIATO PERSONAGGIO DELL’ANNO 2023

atletica

L’atleta del Gruppo Sportivo della Polizia di Stato - “Fiamme Oro” – Mattia Furlani è stato nominato “Personaggio dell’Anno 2023 RietiLife” per i suoi successi in ambito sportivo che lo hanno reso un vanto per la città di Rieti e per la Polizia di Stato.

A fargli ottenere il riconoscimento, ideato e promosso dalla stessa redazione, hanno contribuito i primati e le vittorie sportive che l’atleta delle Fiamme Oro ha ottenuto in campo mondiale., dopo  anni di allenamento presso il campo sportivo “Raoul Guidobaldi” dove si è formato sportivamente con la “Atletica Studentesca di Rieti – Andrea Milardi”.

Mattia, nato a Marino (RM) nel 2005, dopo essersi dedicato, tra gli 8 e i 13 anni, soprattutto al basket, sua grande passione che condivide con altri campioni Fiamme Oro, quali Marcell Jacobs e Paolo Dal Molin, si è avvicinato all’atletica cimentandosi, soprattutto, nella corsa veloce e nel salto in alto.

A soli 16 anni ha fatto già intravedere le sue strabilianti qualità, giungendo settimo nel salto in alto ai campionati europei under 20 e salendo agli onori della cronaca sportiva dal 2022, anno in cui vince un doppio titolo italiano under 18 nel salto in lungo e nel salto in alto ma, soprattutto, ai campionati europei under 18 di Gerusalemme quando sale due volte sul gradino più alto del podio ottenendo, in particolare nel salto in lungo, il record italiano under 18 con 8.04 metri, record già strappato in precedenza, con 7.87 metri, ad Andrew Howe.

E’ proprio in quell’anno che Mattia decide di arruolarsi nella Polizia di Stato per vestire la maglia delle Fiamme Oro nel settore dell’Atletica Leggera, presso il Centro Sportivo Nazionale delle Fiamme Oro di Padova.

Nel 2023, Mattia ha stabilito il record europeo under 20 al coperto nel salto in lungo con 7.99 metri e, all’aperto, è atterrato a 8.44, ventoso (+2.2), miglior misura under 20 della storia in ogni condizione. Più tardi salterà anche 8.24 metri con vento nella norma, strappando un altro record ad Andrew Howe, quello italiano juniores. 

Mattia può ritenersi un atleta predestinato, infatti, il padre di Mattia, Marcello, è stato saltatore in alto di altissimo livello (2.27 metri nel 1985), mentre la madre, Khaty, senegalese di nascita, una velocista di livello internazionale ed ora anche sua allenatrice. Ma non solo. La sorella maggiore di Mattia, Erika è una campionessa affermata delle Fiamme Oro nel salto in alto (nel 2013 vicecampionessa mondiale allieve e nel 2017 bronzo europeo under 23).

Questa mattina, nella Sala “Filippo Palieri” della Questura di Rieti si è tenuta la cerimonia di premiazione, durante la quale il Direttore Responsabile di RietiLife, Emiliano Grillotti, ha consegnato all’atleta delle Fiamme Oro, alla presenza del Questore della Provincia di Rieti, Mauro Fabozzi, l’ambito riconoscimento.

Il Questore, nel corso della cerimonia odierna, ha sottolineato con orgoglio come il Gruppo Sportivo della Polizia di Stato “Fiamme Oro”, promuova l’attività sportiva a livello agonistico per accrescere il patrimonio sportivo nazionale e fornisca, tra l’altro, un positivo esempio da imitare per molti giovani che intendono fare dello sport una professione.

Il Direttore di Rieti Life Emiliano Grillotti, nel ringraziare la Polizia di Stato ed il Questore della Provincia di Rieti, Mauro Fabozzi, per l’ospitalità e per aver preso parte all’importante cerimonia ufficiale ha dichiarato: “Mattia ha confermato Rieti nell’Olimpo dell’atletica e lo ha fatto da diciottenne, dando tanto, tutto, arrivando anche ai Mondiali a rappresentare l’Italia e Rieti. Come gli altri vincitori del “Personaggio dell’Anno”, ha contribuito alla crescita del Reatino e di diritto entra in un albo d’oro fatto di storie e di impegno”.

Alla cerimonia erano anche presenti i genitori dell’atleta, che hanno ringraziato la città di Rieti e la Polizia di Stato per le opportunità di crescita sportiva offerte a Mattia e, in rappresentanza della “Atletica Studentesca Rieti Andrea Milardi”, Alberto Milardi, il quale, rimarcando l’elevato numero di atleti che hanno mosso i primi passi nell’atletica in questo capoluogo prima di transitare nei gruppi sportivi delle Forze dell’Ordine, ha ringraziato Mattia ed i suoi genitori per aver scelto Rieti come trampolino di lancio della sua carriera sportiva.

22_01_24

condividi su: