Dicembre 2020

SALUTE

LABORATORIO ANALISI: NON RASSICURAZIONI MA LA FIRMA DI UN NUOVO DECRETO

politica, sanità

Non bastano le rassicurazioni di Asl ed esponenti della Regione per un argomento che questa testata, come tutte le associazioni di volontariato del Coordinamento per il Diritto alla Salute, portano avanti ormai da tempo relativamente al destino del nostro Laboratorio d’analisi dell’ospedale de Lellis. Dov’è il nuovo decreto per metterlo in sicurezza?  Nel 2014, a firma di Zingaretti, si è scelto con il decreto n° 219, di trasferire parte dell’attività del nostro laboratorio analisi da Rieti al San Filippo Neri di Roma, trasformandolo così nell’unico SPOKE della Regione Lazio (facciamo presente che tutti gli altri capoluoghi di provincia sono laboratori HUB che svolgono tutte le attività, anche le più qualificanti). Lo scorso anno il presidente Zingaretti con un altro decreto del 5 luglio 2019, tenendo conto del sisma 2016 e della complessa situazione territoriale di Rieti (forse anche della mobilitazione imponente dei cittadini che riuscirono a raccogliere ben 19mila firme?) blocca questo trasferimento di parte delle attività, ma fino a quando? Fino al 31 dicembre 2020! Ci troviamo quindi a soli 15 giorni dalla scadenza. Cosa accadrà poi lo vorremmo vedere scritto non in rassicuranti comunicati stampa istituzionali, ma in modo chiaro e trasparente in un atto che abbia lo stesso peso di quello in essere. Qualcuno può trovare qualcosa da obiettare? Come per decreto se ne è bloccato il trasferimento, così nero su bianco vogliamo leggere il nostro futuro. La Regione si muove per atti, vorremmo finalmente veder riconosciuto anche al nostro laboratorio d’analisi il ruolo di HUB, allora sicuramente gioiremo per il suo potenziamento.

16_12_20

condividi su: