Novembre 2018

PERSONE & PERSONAGGI

LA STORIA DI SIMONE DIVENTA ANCHE PAGINA FB

'In punta di piedi' continua ad essere seme di speranza

solidarietà, spiritualità

Di Simone un’immagine rimane nella mente dopo essere trascorso così tanto tempo dall’articolo che scrivemmo: quella tunica bianca indossata nel giorno della Comunione e il suo sorriso smagliante per quello che riteneva essere il regalo più bello. 

Parlavamo di lui su Format ma Simone già non c’era più, volato via a seguito del male che aveva caratterizzato i suoi pochi anni. Noi lo conoscemmo così, attraverso quelle pagine di libro che una mamma coraggiosa aveva deciso di scrivere per consegnare al mondo il messaggio che le aveva lasciato, attraverso il quale era riuscita a sopravvivere alla disperazione e incanalare l’energia compressa in un dolore immenso, in azioni dedicate ad altri esseri umani.

Chiunque orbiti intorno al Volontariato conosce il nome di quella donna: Paola Mariangeli.

Davvero la forza può arrivare dopo un dolore così grande? Sul prossimo numero di Format proveremo a diffondere questa speranza perché come scrive Paola "Avrei voluto urlare la mia disperazione, rabbia e non so che altro… dentro di me sentivo come un vulcano che voleva esplodere ma sapevo che avrei dovuto assolutamente domarlo per il bene del mio piccolo. Nei momenti di maggiore scoramento mi chiedevo cosa avessimo fatto mai di male per meritarci quello che ci stava accadendo…
Purtroppo mi resi subito conto che non ero la sola a dover vivere quell’incubo: molte altre mamme erano lì, con i propri figli, a lottare con tutte le loro forze contro lo stesso male"

Attualmente il libro che racconta la storia di Simone, 'In punta di piedi', si trova ancora in vendita all’Alcli e alla Libreria di via Roma ma diventa anche tema di catechesi, un progetto scolastico  “Vorrei fosse un seme: i ragazzi hanno tanto bisogno di ricevere un segno di speranza e, semplicemente, mio figlio sembra conoscere la ‘chiave giusta’ per entrare nei loro cuori.”

Intanto vi invitiamo a ripercorrere le orme di questa breve presenza sulla terra attraverso una pagina  presente da poco su Facebook in cui sono pubblicate riflessioni e racconti.

pagina In Punta di Piedi

condividi su: