Marzo 2021

REAL SEBASTIANI

LA SEBASTIANI VINCE MA NON CONVINCE CON REGGIO CALABRIA, 68-65

basket

La Sebastiani vince una partita incredibile, in bilico fino alla fine. 68-65 il punteggio finale, maturato al termine di 40 minuti al cardiopalma, durante i quali Rieti ha raggiunto addirittura gli 11 punti di svantaggio. Merito di una Viola coriacea e tignosa che ha imbrigliato l’attacco amarantoceleste impendendogli di esprimere tutto il suo potenziale offensivo. La Real grazie a questa successo torna a primeggiare insieme a Taranto, sconfitto a Cassino. Ora testa alla Coppa Italia che da venerdì vedrà impegnati a Cervia i ragazzi di coach Alex Righetti.

LA GARA

I primi punti sono per la Viola che parte fortissimo e dopo neanche un minuto è avanti 7 a 0. Timeout Real. Al rientro in campo i primi punti per Rieti, con l’appoggio di Paci. Ottima difesa di Provenzani e sul ribaltamento di campo Paci si guadagna due viaggi in lunetta, che trasforma entrambi. Dopo tre minuti Barrile realizza due punti. Tanti errori in campo e svariate palle perse. Dopo metà quarto siamo 6 a 10 per i calabresi. Barrile dall’arco non perdona e porta i suoi sul +7 (6-13). Ndoja non ci sta e risponde subito con la stessa medicina portando i suoi nuovamente a -4 (9-13). All’ottavo minuto di gioco esercizio di stile di Cacu Traini che in caduta mette dentro e guadagna il fallo, successivamente realizzato, 13-15 Viola. Genovese colpisce dalla linea dei 6,75 e riporta i suoi a +5 (13-18). La Real va in bonus, dalla lunetta Drigo fa 1/2. Roveda realizza da due ma pochi secondi e Drigo colpisce da fuori e avvicina i suoi a -3. Il gladiatore Ndoja ristabilisce la parità a 15 secondi dal termine. Sulla sirena, con un po’ di fortuna, Mascherpa mette a segno una tripla che concede il vantaggio al primo riposo per Reggio.20-23 il punteggio a fine primo quarto.

Al rientro in campo Mascherpa riprende da dove aveva lasciato e regala ai suoi il +6. Di Pizzo raccoglie il tiro sbagliato di Loschi e mette a segno i suoi primi due punti. Troppi errori per la Sebastiani che non sfrutta potenziali contropiedi e trova nella tripla di Drigo l’unico appiglio per non rendere il passivo troppo pesante. Il tabellone segna 25-30 a 7 minuti dal riposo lungo. Paci fa due su due ai liberi e riavvicina nuovamente gli amarantocelesti. Dopo un paio di minuti di nulla Gobbato guadagna un gioco da tre che però non sfrutta al massimo sbagliando il libero. +7 per i nero-arancio. Il 2/2 di Loschi ai liberi e l’appoggio di Traini consentono a Rieti di riportarsi a -3 (31-34). Il solo possesso di svantaggio però dura poco e in un amen la Viola si ritrova sul 31-39. Capitan Ndoja non molla e mette a segno tre punti. Genovese risponde, 34-41. 24 secondi alla fine e Traini guadagna tre tiri liberi, ma fa solo 1/3. Ultimo tiro per Reggio Calabria e Sebrek realizza un canestro incredibile dalla sua metà campo. All’intervallo il punteggio è 35-46 in favore dei ragazzi di coach Bolignano.

Inizio secondo tempo ed è Traini a suonare la carica con un appoggio a canestro. Da lì a tre minuti mani freddissime per entrambe le squadre. E’ ancora “Cacu” Traini a smuovere la situazione in penetrazione. Bomba di Ndoja e -4 Real (42-46). Mascherpa mette a referto i primi punti di Reggio nel secondo tempo con una bomba da fuori. Genovese si libera di Ndoja ed è +9 Viola. Terzo quarto bloccato ed a 37 secondi dall’ultima frazione di gioco il punteggio non si smuove dal 42-51. E’ sempre il capitano Ndoja l’ultimo a gettare la spugna e colpisce nuovamente dall’arco, 45-51. Libero realizzato da Roveda (45-51). Loschi segna la sua prima tripla di giornata allo scadere del tempo. All’alba degli ultimi 10 minuti siamo sul 48-52.

I due tiri liberi di Di Pizzo ad inizio quarto periodo portano gli amarantocelesti ad un solo possesso di distanza (50-53). Drigo in penetrazione regala il -1 ai suoi. Primo vantaggio in tutta la gara per Rieti grazie al 2/2 di Basile dalla lunetta, arrivato in seguito ad un antisportivo di Genovese. Gabbato riporta avanti i calabresi con una tripla. Basile però risponde sempre dai 6,75. 57-56 a 7 minuti dal termine. A Fede Loschi risponde Mascherpa, 59-58 a cinque dal termine. Gara punto a punto, 27 minuti di gioco la Sebastiani è avanti di uno (61-60). La bomba di Gabbato segna il controsorpasso, ma Ndoja pareggia nuovamente con due liberi, 63-63. Ci pensa Basile a smuoverla con una tripla a due minuti dal termine. Ndoja chiude la gara dalla lunetta a tempo scaduto. Il punteggio finale è di 68 a 65.

BORDOCAMPO

“Della gara di oggi salviamo solo il risultato. Nel secondo tempo c’è stata una reazione ma non possiamo essere soddisfatti. La cosa che mi dispiace di più, aldilà dell’aspetto tecnico è che vedo i miei giocatori un po’ tristi. Dobbiamo capire di essere dei privilegiati. Facciamo un lavoro in cui abbiamo la possibilità di sfogarci in palestra mentre magari molte persone in questo momento sono costrette a casa. Vorrei vedere molto più entusiasmo. Sotto l’aspetto tecnico abbiamo sbagliato l’approccio, e questo non doveva accadere in quanto ci eravamo preparati per quello. Il modo di ragionare in campo deve essere diverso. Mi assumo le mie responsabilità ma dobbiamo imparare che nessuno ci regala nulla”.

Il tabellino:

REAL SEBASTIANI RIETI – PALLACANESTRO VIOLA REGGIO CALABRIA – (parziali: 20-23;15-23; ; )

REAL SEBASTIANI RIETI: Traini 10, Provenzani 0, Ndoja 21, Loschi 7, Paci 8, Di Pizzo 4, Cena, Drigo 9, Basile 9, Visentin n.e, Di Battista n.e.. All.: Righetti.

PALLACANESTRO VIOLA REGGIO CALABRIA: Centofanti, Romeo, Mascherpa 14, Genovese 17, Roveda 6, Frascati, Prunotto 1, Sebrek 3, Gobbato 14, Barrile 10. All. Bolignano

ARBITRI: PICCHI (FR) e FARO (RM)

condividi su: