Febbraio 2021

NPC

KIENERGIA, FINALMENTE UNA PARTITA QUASI 'NOIOSA'

basket

di Roberto Guidobaldi - Kienergia Rieti 77 Lux Chieti 63.
La squadra reatina interpreta ed intraprende questa partita con il piglio giusto,annichilendo la Lux Chieti, arrivata forse spavalda, saccente ed anche una pò stanca, che non riesce così ad entrare mai in partita, spiazzata da una difesa reatina attenta,arrembante,aggressiva. Anche l'attacco della squadra di Rossi da il suo imprinting con un Pepper finalmente mentalmente ritrovato, che sciorina tutti i suoi fondamentali tecnici che conoscevamo e che speravamo, prima o poi, venissero fuori. Ritrova il suo tiro ma é  in area pitturata,  che ridicolizza i suoi avversari con finezze tecniche di alta scuola. La difesa del Chieti si interessa più degli esterni e la Kienergia sfrutta, a turno,  con belle giocate,  le disattenzioni in area con De Laurentis, prova sontuosa, Taylor, e  appunto Pepper. Il primo quarto si chiude con la Lux Chieti che raccoglie solo 8 punti, contro i 26 della Kienergia.  Segna il decimo punto del secondo quarto dopo due minuti, su tiri liberi, ed in totale, all'intervallo lungo, ne accumula solo 25 ,di cui almeno 8/10  ancora non in azione, chiudendo sul 47 a 25 per la Kienergia. Insomma la squadra reatina, viaggiando con vantaggi sui 22/23 punti, ci stava regalando,finalmente,   una partita "noiosa" , tranquilla( tanto che Amici, in tribuna, solitamente coinvolto e coinvolgente era sempre al cellulare) troppo tranquilla tanto che, in tribuna stampa, ci guardavamo perché sembrava che la partita( almeno fino alla fine del secondo quarto) non passasse mai. A quel punto l'unico pericolo poteva essere di non trovare più le motivazioni psicologiche per andare avanti a quel ritmo (in particolare senza lo stimolo del pubblico), la conseguente deconcentrazione e la perdita della giusta sensazione di partita. Così è stato e la conseguente reazione della Lux Chieti, che già aveva rocambolescamente vinto le ultime due partite recuperando all'ultimo con bagarre tecnica, ha risvegliato i reatini dal torpore che gli aveva fatto perdere il grande vantaggio numerico, passato a solo +11. Piano piano Rossi e soci, riprendono in mano la delicata situazione psicologica e tecnica e con conclusioni cercate in sicurezza nel pitturato( ottimo ancora il lavoro di De Laurentis) e a turno da fuori, con tiri che hanno spezzato la voglia di reazione del Chieti, che   è andata, anche, ad infrangersi contro il muro difensivo reatino che li ha costretti al punteggio finale di 77 a 63. A questo punto per la Kienergia, per lo staff ed il Presidente, è  tempo di consultazioni. Pepper finalmente appare ritrovato, motivato, rivitalizzato. Taylor c'è.  Non è incisivo ( tranne la partita contro la sua ex squadra) ma c'è. Amici, prima o poi dovrà pur rientrare e sarà un fattore non solo tecnico( come giocatore e numerico come rotazione) ma anche psicologico perché lega,stimola,coinvolge la squadra. Tommasini ieri era assente. Sanguinetti ieri, fisicamente e mentalmente un pò fuori dall'incontro, ma è  una pedina su cui si può contare. Stefanelli stimolato,stimolante,combattivo anche in difesa. Ponziani utile nei momenti in cui concede riposo ai titolari. E poi i nuovi acquisti. Sabatino lineare,intelligente, voglioso, attento, desideroso. Piccoli, davvero proiettato senza tempo in partita, ha mostrato una immensa carica e un gran desiderio di tornare a..giocare. Quindi ora che fare??? Si sta forse arrivando ad un equilibrio interno. Sarà il caso di rischiare inserendo nuovi giocatori o insistere con questo gruppo? Ed in caso chi inserire??
Chi togliere??? Difficile. Molto difficile prendere sagge decisioni.

condividi su: