Luglio 2024

EVENTI E MANIFESTAZIONI

IL SANTO RITROVATO: L'ABBRACCIO A SANT'ANTONIO COME DA TRADIZIONE

chiesa, spiritualità, tradizioni

Rieti ha abbracciato il Santo come sempre accade ogni anno, nel momento clou del Giugno Antoniano, rappresentato dalla Processione dei Ceri. Tante, tantissime le persone che hanno affrontato un lungo percorso reso ancor più faticoso dal caldo e dalle numerose soste. Di queste approfittava il vescovo Vito, correndo ovunque ci fosse un bambino o una persona fragile da accarezzare. Spiccavano, più numerose del solito quest'anno, le donne vestite di nero che portavano i grossi ceri, accesi in segno di devozione (10 quintali il peso della cera acquistata) regalando uno spettacolare colpo d'occhio fatto di centinaia di fiammelle che brillavano con l'arrivo del buio della sera. Ai lati, presenti in modo diverso ma ugualmente sentito, migliaia di spettatori che hanno invaso le vie cittadine per assistere al passaggio della Statua del Santo, ricoperto di oro ed ex voto, parte dei doni offerti dai fedeli negli anni precedenti per grazia ricevuta , unitamente agli ultimi arrivi esposti nelle bacheche poste dinanzi. Il suono delle bande, le preghiere, i canti, le campane a festa e i fuochi del Borgo insieme a qualche applauso ad accompagnare la lunga processione. I portatori, orgogliosi ed onorati dall'essere stati estratti per il trasporto di quello che è ritenuto essere il Santo più amato e 'ritrovato' dai reatini, hanno superato anche questa volta la sfida portando a spalla ben 16 quintali rappresentati dalla macchina, alternandosi di 16 in 16  e incitandosi a vicenda. "Togliete i cuscini, togliete le stanghe. Bravi tutti" hanno esclamato  riposizionando il Santo sul proprio basamento, mentre i ceri non consumati venivano consegnati al punto di raccolta a via Nuova angolo via Tancredi,  per essere poi fusi per l'anno prossimo. Il vescovo Vito si è poi rivolto alla folla, prendendo ad esempio Sant'Antonio, testimone di pace. "E' tempo di costruire ponti non muri" ha detto, criticando la crescente spesa militare mondiale, la cui cifra potrebbe essere utilizzata per la creazione di posti di lavoro, per l’eliminazione della fame, e per un sistema sanitario più solido e accessibile. Poi tutti di corsa a cercare un posto in prima fila per assistere ai fuochi quest'anno a firma di Casciani Fireworks: invase le rive del Velino, i ponti, il quartiere di Città Giardino e le parti alte dei dintorni.

Format vi ha accompagnato attraverso la propria pagina Fb Format Rieti ed il gruppo Format online per tutti i festeggiamenti del Giugno Antoniano (per i quali ringraziamo la Pia Unione) e, a partire dalle prime ore della giornata di ieri, per il rito della cioccolata calda e dei biscotti, la preparazione delle Infiorate in tutta la città, le interviste alle istituzioni e le dirette per la Processione: contenuti aggiuntivi che potrete rivedere a vostro piacimento. 

01_07_24

ph M. Festuccia - M. D'Alessandro - P. Morosi - R. Tofani - Si. Santoprete

Per chi ancora oggi si chiede "Cosa c'entra Sant'Antonio con Rieti?" consigliamo il seguente articolo clicca qui  

condividi su: