Ottobre 2017

I GIARDINI DEL VIGNOLA

Verso l’antico splendore

regione, rieti

Dopo tante segnalazioni relative allo stato di degrado in cui versano i giardini (chiamati erroneamente ‘del Vignola’), affaccio panoramico della piazza centrale, arriva una buona notizia.

Gli eleganti giardini della Prefettura, acquisiti dal Comune di Rieti in seguito ad un accordo con la Provincia, torneranno ad essere una luogo prezioso e suggestivo della città. Infatti lo storico giardino all’italiana in piazza Cesare Battisti, su cui affaccia la splendida loggia “vignolesca” del Palazzo gentilizio Vincentini, sede della Prefettura, saranno oggetto di un articolato progetto di recupero paesaggistico da parte della Fondazione Varrone che intende salvaguardare questo bene culturale di interesse artistico e storico e restituirlo alla sua originale bellezza per una totale fruizione dei cittadini e dei turisti. Sarà avviato un significativo intervento di piantumazione di tutte le piante di “bosso”, tipiche dei giardini all’italiana, che da anni vengono attaccate dalla piralide, un bruco di origine asiatica che sta minacciando e compromettendo molti giar-

dini prestigiosi. Una sostanziale opera di pulizia e di rimessa in funzione di tutto ciò che è all’interno, ormai degradato e fatiscente, dagli arredi alle fontane, completerà il progetto di riqualificazione di questo bene culturale. I lavori si dovrebbero concludere entro il mese di Novembre. Fino al XX secolo il giardino rimase proprietà privata della famiglia Vincentini, separato e nascosto dalla piazza da un alto muro di recinzione. La vegetazione del giardino seguiva uno stile naturalistico, improntato ad un verde libero e selvatico. Nel 1927 il palazzo fu venduto dalla famiglia Vincentini alla neonata Provincia di Rieti, in cerca di una degna sede, e il giardino fu finalmente aperto al pubblico. Nel 1929 il muro di cinta fu abbattuto e sostituito da una cancellata realizzata dall’artigiano reatino Catini, su disegno dell’ingegnere Mazzoni, mentre il verde fu risistemato come giardino all’italiana. Terminati i lavori, ora ci si dovrà dotare di un impianto di videosorveglianza che scoraggi i malintenzionati ed i vandali che in passato hanno persino divelto le panchine e di un buon impianto di irrigazione che conservi in modo ottimale il lavoro fatto, per non incorrere nell’ennesima delusione. Nel 2011 i Giardini della Prefettura furono restaurati con un intervento eccellente. Purtroppo il degrado manutentivo seguente li portò ad uno stato di totale abbandono. Le foto che pubblichiamo sono riferite a quel periodo. Nel 2015, preoccupato, il Comune formalizzò una richiesta per averli in affidamento e il presidente della Provincia, Giuseppe Rinaldi, si dichiarò subito disponibile, viste le difficili condizioni di bilancio in cui versava l’Amministrazione provinciale.

condividi su:
I GIARDINI DEL VIGNOLA
regione, rieti