Aprile 2019

EVENTI E MANIFESTAZIONI

FESTA DELLA POLIZIA DI STATO, 167° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE

sicurezza

La Polizia di Stato ha celebrato oggi il 167° anniversario dalla fondazione, alla presenza delle più alte cariche istituzionali. Ancora una volta è stata l’incantevole “Terrazza del Pincio”, a Roma, ad ospitare l’evento che si svolge il 10 aprile, data di pubblicazione in G.U. della Legge n. 121 del 1981 che ha delineato l’organizzazione ed i compiti della Polizia di Stato.

Nel capoluogo reatino, questa mattina, alle ore 09.30, per le celebrazioni del 167° Anniversario della Fondazione della Polizia, presso il Cimitero comunale, il Questore della provincia di Rieti, Dr. Antonio Mannoni, ha deposto una corona di alloro presso la stele eretta in ricordo dei Caduti della Polizia, alla presenza del Prefetto di Rieti e di rappresentanze della Polizia di Stato e dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

Alle ore 11,00, in Piazza Beata Colomba, presso la Chiesa di San Domenico si è svolta, poi, la cerimonia provinciale per il 167^ anniversario della fondazione della Polizia, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, di oltre 150 studenti e di numerosi cittadini che hanno dimostrato così la loro vicinanza alla Polizia di Stato anche in questo capoluogo.

Durante la cerimonia, che ha avuto come motto celebrativo “Esserci sempre”, che richiama il ruolo della Polizia di Stato tra la gente per garantirne sempre la sicurezza, è stata data lettura dei messaggi inviati dal Presidente della Repubblica, dal Ministro dell’Interno e dal Capo della Polizia.

Il Questore di Rieti, Dott. Antoni Mannoni, nel suo breve discorso, ha ricordato lo sforzo quotidiano della Polizia di Stato nel controllo del territorio, che è stato ulteriormente rafforzato negli ultimi tempi attraverso l’impiego di nuovi Agenti, che hanno, peraltro, contribuito ad abbassare l’età media dei dipendenti, nei servizi di ordine e sicurezza pubblica e nella repressione dei reati, ricordando che la provincia di Rieti, nelle statistiche di settore, occupa la seconda posizione in Italia per la sicurezza e la prima posizione per quanto attiene al numero minore di reati contro il patrimonio commessi.

Come ogni anno, sono stati poi premiati con onorificenze e ricompense i dipendenti della Polizia di Stato che si sono particolarmente distinti in brillanti operazioni di servizio.

In particolare sono stati concessi i seguenti riconoscimenti consegnati dal Prefetto di Rieti Dott.ssa Giuseppina Reggiani e dal Questore di Rieti Dr. Antonio Mannoni:

MEDAGLIA DI BRONZO AL MERITO CIVILE concessa a: Assistente Capo Coordinatore Poeta Fabio con la seguente motivazione:

“CON PRONTA DETERMINAZIONE E GENEROSO SLANCIO, INTERVENIVA, UNITAMENTE AD ALTRI COLLEGHI, IN UNO STABILE IN CUI UNO SQUILIBRATO AVEVA APERTO UNA BOMBOLA DI GAS NEL LOCALE CANTINA, MINACCIANDO DI FAR ESPLODERE L’EDIFICIO.

ALLERTATI I SOCCORSI E MESSA IN SICUREZZA L’AREA, ACCEDEVA AL SEMINTERRATO, BLOCCAVA LA BOMBOLA E SUCCESSIVAMENTE ENTRAVA NELL’ABITAZIONE DEL MALINTENZIONATO PER VERIFICARE L’ESISTENZA DI ULTERIORI PERICOLI, PROCEDENDO POI ALL’EVACUAZIONE DEGLI INQUILINI, TRA CUI ANZIANI E DISABILI.

CHIARO ESEMPIO DI ALTO SENSO DEL DOVERE E DI ELEVATE VIRTU’ CIVICHE. TERNI, 1° NOVEMBRE 2010”.

ENCOMIO SOLENNE concesso a: Assistente Capo Coordinatore Iacuitto Sandro con la seguente motivazione

“EVIDENZIANDO SPICCATE CAPACITA’ PROFESSIONALI E NOTEVOLE CORAGGIO ESPLETAVA UN’ATTIVITA’ DI SOCCORSO PUBBLICO PRESTATA IN FAVORE DI UNA PERSONA CHE AVEVA POSTO IN ESSERE EVIDENTI PROPOSITI SUICIDARI, CONCLUSASI CON IL SALVATAGGIO DELLA STESSA.

RIETI, 28 SETTEMBRE 2015”.

LODI concesse a: Assistente Capo Coordinatore Ceci Rocco con la seguente motivazione:

“PER L’IMPEGNO PROFUSO NELL’ESPLETAMENTO DI UN’ATTIVITA’ DI SOCCORSO PUBBLICO PRESTATA IN FAVORE DI UNA PERSONA CHE AVEVA POSTO IN ESSERE EVIDENTI PROPOSITI SUICIDARI, CONCLUSASI CON IL SALVATAGGIO DELLA STESSA. RIETI, 28 SETTEMBRE 2015”.

Sovrintendente Capo Cricchi Massimiliano; Sovrintendente Capo De Santis Gianfranco; Assistente Capo Coordinatore Conti Federico”. con la seguente motivazione:

“PER L’IMPEGNO PROFUSO NELL’ESPLETARE UNA COMPLESSA ATTIVITA’ DI POLIZIA GIUDIZIARIA CHE SI CONCLUDEVA CON L’ESECUZIONE DI OTTO PROVVEDIMENTI RESTRITTIVI NEI CONFRONTI DI ALTRETTANTE PERSONE, FACENTI PARTE DI UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE, DEDITA ALLE TRUFFE NELLE VENDITE DI VEICOLI. RIETI, 2 LUGLIO 2016”.

Sovrintendente Capo Pandolfi Giovanni; Assistente Capo Coordinatore Neroni Paolo con la seguente motivazione:

“COORDINAVA E PARTECIPAVA AD UNA ATTIVITA’ DI POLIZIA GIUDIZIARIA CHE CONSENTIVA IL RECUPERO DI UNO SPORTELLO BANCOMAT, ASPORTATO DA IGNOTI LADRI, CONTENENTE LA SOMMA DI OLTRE 70.000 EURO. DAVANO PROVA, NELLA CIRCOSTANZA, DI CAPACITA’ PROFESSIONALI.

RIETI, 17 FEBBRAIO 2016”.

Ispettore Superiore Giuli Carlo; Sovrintendente Capo Nobili Massimo”. con la seguente motivazione:

“DANDO PROVA DI DETERMINAZIONE OPERATIVA E SPIRITO DI INIZIATIVA, SI DISTINGUEVANO IN UNA ATTIVITA’ DI SOCCORSO PUBBLICO A FAVORE DI UN GIOVANE CON INTENTI SUICIDI. RIETI, 3 MAGGIO 2016”.

Ispettore Superiore Panzironi Bruno
Sovrintendente Capo Tecnico Forniti Serenella;
Sovrintendente Vio Sergio;
Sovrintendente Ciavatta Marco;
Assistente Capo Coordinatore Ianneo Orietta;
Assistente Capo Coordinatore Iacuitto Sandro;
Assistente Capo Coordinatore Di Loreto Cesare;
Assistente Capo Coordinatore Cavalli Modestino.

con la seguente motivazione:

“PER L’IMPEGNO PROFUSO NELL’ESPLETARE L’ATTIVITA’ DI SOCCORSO NEI CONFRONTI DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAL VIOLENTO SISMA CHE HA INTERESSATO LA PROVINCIA DI RIETI NELL’AGOSTO E OTTOBRE 2016 E NEL GENNAIO 2017. ACCUMOLI - AMATRICE (RI), AGOSTO – OTTOBRE 2016 E GENNAIO 2017”.

Inoltre, durante la cerimonia, il Questore di Rieti ha premiato gli studenti vincitori, a livello provinciale, del concorso di educazione alla legalità: “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, in collaborazione con il MIUR, per sensibilizzare i giovani studenti sul rispetto della legalità e delle regole della civile convivenza.

Per la scuola primaria sono risultati vincitori gli alunni della classe 5 A del plesso di Frasso Sabino dell’Istituto Comprensivo Statale “Ferruccio Ulivi” di Poggio Moiano che hanno realizzato un cartellone dal titolo: “ABC delle regole per vivere meglio insieme” mentre, per la scuola secondaria, sono risultati vincitori gli alunni del Liceo Classico “Lorenzo Rocci” di Passo Corese che hanno realizzato un video dal titolo: “Denuncia con YouPol”.

I lavori vincitori, particolarmente apprezzati dal Questore Mannoni e da tutti i convenuti, saranno anche valutati da una apposita Commissione Centrale che selezionerà quelli ritenuti di maggiore interesse a livello nazionale. 

Particolarmente emozionanti sono stati i momenti musicali eseguiti, con l’organo monumentale Dom Bedos-Roubo, dal Maestro Paolo Paniconi, con il canto del soprano Chiara Focaroli e del tenore Federico Piermarini, alunni del Liceo Musicale dell’Istituto Magistrale “Elena Principessa di Napoli” di Rieti, che hanno cantato l’Ave Maria di Schubert, l’Halleluja di Leonard Cohen, accompagnati alla chitarra dalla prof.ssa Maristella Focaroli, la “preghiera del poliziotto” e, al termine della cerimonia, l’Inno d’Italia.

 A margine della manifestazione celebrativa, la cittadinanza ha potuto anche ammirare i mezzi quotidianamente utilizzati dalla Questura di Rieti e dalla Sezione della Polizia Stradale di Rieti nonché auto storiche del Museo storico della Polizia di Stato, appositamente fatte intervenire da Roma, e visitare gli stands della Polizia Stradale e della Polizia Scientifica, che hanno illustrato ai visitatori le moderne tecnologie utilizzate nei servizi investigativi.

condividi su: