Marzo 2021

SALUTE

FARA IN SABINA, ORDINANZA PER CHIUSURA PARCHI E AREE VERDI. TREND DI CONTAGI ELEVATO

provincia
"Comunico che da oggi e fino al 5 aprile compreso abbiamo disposto la chiusura di tutti i parchi e le aree verdi pubbliche, nonché il divieto di utilizzo delle aree gioco - spiega la sindaca di Fara in Sabina Roberta Cuneo - Purtroppo stiamo registrando un alto numero giornaliero di casi positivi nel nostro Comune. Solo ieri 24 nuovi casi e ancora oggi 14. Il totale dei positivi nella Città di Fara in Sabina sale a 138 persone, che comunque sul totale dei residenti rappresentano l’1%. Quello che preoccupa dunque non è tanto il numero totale dei positivi, che fino ad ora sono stati bilanciati dai guariti, quanto piuttosto il fatto che abbiamo un trend di contagi settimanale molto più elevato rispetto alla norma, con dei picchi che vanno attenzionati.
Se come sembra da MARTEDÌ la nostra regione passerà in zona arancione, con conseguenti aperture, comprese le scuole, è necessario attuare misure più rigorose, per evitare un peggioramento della situazione in tempi brevi.
So bene che in questo momento il tema della scuola rappresenta per molte famiglie fonte di preoccupazione. In tanti mi avete rappresentato la volontà di non portare i bambini a scuola per 2 giorni prima di Pasqua. Pur condividendo con voi l’assurdità della situazione, al momento stiamo cercando di capire a livello nazionale e regionale cosa intendano fare, perché c’è molta confusione in merito. Sicuramente fino a LUNEDÌ COMPRESO saremo ancora in zona rossa, con conseguente chiusura dei plessi scolastici. Ulteriori eventuali riflessioni e comunicazioni in questo senso saranno tempestivamente date.
Ciò che emerge sul nostro territorio è che le positività sono per lo più intrafamiliari. Abbiamo infatti interi nuclei contagiati. Invito tutti a rispettare le misure di prevenzione all’interno propri dei nuclei familiari, con le persone non conviventi. Invito chi è tenuto a rispettare quarantena e isolamento a farlo, per rispetto di sé e degli altri.
Recentemente sempre più persone positive mi riferiscono di non sapere come abbiano preso il virus, conducendo una vita attenta e svolgendo semplici azioni quotidiane. Questo vuol dire che anche nei luoghi dove ci rechiamo quotidianamente per servizi essenziali dobbiamo mantenere un alto livello di attenzione, che forse è venuto meno.
Per questo ho inviato oggi una lettera a tutti gli esercizi commerciali del Comune chiedendo una rinnovata attenzione alle disposizioni di prevenzione dei contagi: distanziamento e igienizzazioni dei locali prima di tutto. Non possiamo permettere che i luoghi che frequentiamo quotidianamente diventino veicolo del virus.
Vorrei rassicurare tutti sul fatto che, come sempre abbiamo fatto in questi mesi, stiamo seguendo e gestendo questa fase in costante contatto con tutti gli Enti preposti.
Ricordo a tutte le famiglie colpite da Covid-19 che per l’assistenza ai servizi primari è attivo il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), che è possibile contattare al 3486440792.
Infine, stiamo lavorando per realizzare un centro vaccinale sul nostro territorio. Questo non dipende solo da noi, ma da altri Enti coinvolti e da una serie di condizioni che si devono realizzare. Abbiamo già fatto richiesta alle autorità competenti e cercheremo di portare a casa questo importante obiettivo per il nostro territorio.
Tutto quello che facciamo funziona se viene condiviso dalla comunità con atteggiamenti responsabili, altrimenti è inutile: solo insieme infatti possiamo uscire da questa nuova ondata".
condividi su: