a cura di Rino Panetti

Maggio 2019

EC...CITAZIONI

EC-CITAZIONE 9: . . .MA NON COPIATE!!!

formazione

Da quanto ho potuto capire, i seguenti presenteranno degli spettacoli teatrali: Mysterious Smith, Dunninger, Blackstone, Thurtson, Dante...

Alcuni di loro pensano che userò un sacco di donne nel mio prossimo spettacolo, così hanno cercato di battermi. Sono stati male informati. Il mio spettacolo, infatti, si concentrerà prevalentemente su Houdini” (Houdini, 1925)

Questa diceva Houdini, il più grande mago della storia dell’illusionismo.

I suoi “concorrenti” cercavano di carpire e copiare il segreto del suo successo...ma il suo vero segreto era proprio quello di non rubare dagli altri ma di essere unici.

Certo, copiare soluzioni di successo può dare l’impressione di semplificarci la vita: perché inventare un nostro modo di presentare un gioco di prestigio (ad esempio) se qualcun altro ha già trovato una soluzione che funziona? Già, perché (non eticità della cosa a parte)?

1) Perché quella soluzione è quella più adatta alle corde del suo ideatore, ma non è detto che rispecchi anche la nostra personalità (se ne abbiamo una...).

2) Perché tarpiamo il nostro processo creativo.

3) Perché essere l’imitazione di qualcun altro alla lunga ci demotiverà.

Quindi attenzione: va benissimo rubare approcci, modi di pensare, di vivere di persone che ammiriamo (vedete l’Ec...citazione n. 8): questo ci permette di migliorare la nostra potenzialità creativa.

Invece, rubare le idee altrui è deleterio. Una ragione decisiva a supporto di questo ce la dà l’illusionista Eugene Burger, ed è un sentenza su cui dovremmo sempre riflettere:

O segui i tuoi sogni, o segui i sogni di un qualcun altro

condividi su: