Marzo 2020

COVID-19, PAOLUCCI E FELICIANGELI (UIL): "FARMACIE LAVORINO A BATTENTI CHIUSI"

“A battenti chiusi. E’ la modalità di lavoro che tutte le farmacie e le parafarmacie di Rieti e dell’intera provincia dovrebbero adottare al più presto in questo periodo di emergenza sanitaria creata dal contagio da nuovo coronavirus Covid-19. E’ una ulteriore accortezza di distanziamento sociale che sicuramente accresce la sicurezza delle donne e degli uomini che in questi giorni così complicati sono in prima linea per assicurare uno dei servizi essenziali per la popolazione”. Lo chiedono Alberto Paolucci, Segretario della Uil di Rieti e della Sabina romana, e Pietro Feliciangeli, Segretario della Uiltucs Rieti. 

“Lavorare a battenti chiusi - spiegano Paolucci e Feliciangeli - significa far la fila fuori senza entrare nel presidio. Questo già accade ed è sempre accaduto quando le farmacie operano in turnazione notturna e quindi il tradizionale accesso ai locali è impedito. Rendere adesso quotidiana questa misura è semplice, è a costo zero ed è di buonsenso. È una precauzione per i farmacisti, per i dottori e per tutti i dipendenti. Ma é anche una ulteriore sicurezza per i cittadini che riescono così più facilmente a mantenere quel distanziamento sociale necessario per contenere il virus”.

“Facciamo tutti un ulteriore sforzo - concludono Paolucci e Feliciangeli - Le farmacie inizino a lavorare a battenti chiusi, tuteliamoci tutti dal rischio di eventuali contagi. Tuteliamo chi lavora in farmacia, tuteliamo insieme un servizio essenziale, tuteliamoci mettendoci in fila ordinatamente a più di un metro di distanza. E insieme ce la faremo”. 
 

 

 
 

condividi su: