Ottobre 2018

SPORT

CHEU "DOMANI BISOGNA VINCERE"

calcio

Presso la Sala Stampa dello Stadio Centro Italia “Manlio Scopigno”, si è tenuta la conferenza stampa del mister Ricardo Chéu prima della 7° giornata del campionato di Lega Pro 2018/2019 girone C, che vedrà l’FC Rieti affrontare la compagine della Vibonese allo “Stadio Centro d’Italia – Manlio Scopigno” alle ore 14,30 di martedì 16 ottobre.
Di seguito le sue dichiarazioni: “In questo momento è importante imparare il messaggio: domani bisogna vincere altrimenti la vittoria contro la Sicula è servito a poco. E’ importante in questo momento che i ragazzi diano continuità alle vittorie perché è questo quello che fanno le grandi squadre. Capisco l’euforia dell’ambiente per la vittoria ottenuta in trasferta, per me è importante vincere domani. Questo è il messaggio che voglio dare ai tifosi e ai miei giocatori, ripeto, è importante la vittoria di Lentini, ma è importante vincere domani. E’
importante l’atteggiamento e il gruppo, tutti devono lavorare per il gruppo, l’importante è essere tutti uniti, non importa chi giocherà se ci saranno cambi, siamo davanti ad una competizione nella quel bisogna dare tutto vista la competizione che questo girone comporta. Per ogni giocatore ci sarà l’occasione giusta e se siamo una squadra ognuno avrà la condizione necessaria per giocare le sue carte. E’ normale che alcune cose possono cambiare, ma l’importante è essere squadra e questo i ragazzi lo sanno bene.
Domani troveremo una squadra che ha giocato la serie D lo scorso anno e ha cambiato davvero poco, è una squadra compatta molto brava nelle transizioni offensive e con una buona idea di gioco. Sarà importante tutto il supporto del pubblico che per la prima volta
potrà venire allo stadio e sostenere i nostri ragazzi. Gondo dal primo minuto? E’ possibile e non è possibile, per me l’importante è la squadra. Chastre è un grande professionista che migliora nell’allenamento giorno dopo giorno, è una macchina. E’ normale che nel calcio possano esserci degli errori, soprattutto quando si gioca su dei campi irregolari che non permettono di giocare la palla con i piedi. L’importante è che la porta resti imbattute, sia se gioca Chastre, sia se gioca Costa, credo in entrambi. Gli errori possono capitare,
anche agli attaccanti, ai centrocampisiti, ai difensori, è il calcio. L’importante è non subire gol, questo è il lavoro dei portieri. La sosta è stata importante per inserire nuove idee nel nostro sistema di gioco, cambiare atteggiamento in determinate situazioni, avere diverse
idee è importante durante la partita. In questo momento stiamo crescendo molto grazie al lavoro che facciamo in settimana, certo abbiamo avuto solo due giorni per recuperare prima di questa partita, ma appena avremo altro tempo a disposizione cercheremo di
crescere ancora per complicare la vita alle squadre avversarie.”

condividi su: