Febbraio 2024

EVENTI E MANIFESTAZIONI

CARNEVALE: DOPO IL MALTEMPO, IL RECUPERO DEL CORSO MASCHERATO A RIETI

eventi, tradizioni

di Maurizio Festuccia -  Il Carnevale come una delle manifestazioni di eccellenza popolare in qualunque parte d’Italia, causa il forzato blocco post Covid, ha subito un’evidente metamorfosi ed anche quello reatino non è stato ancora capace di scrollarsi di dosso quella zavorra. C'era dell’altro a cui pensare...

Malgrado ciò, sin dall’edizione dello scorso anno, qualche buon segnale di ripresa, di rinascita, di voglia (e necessità) di riprendere a camminare su strade ben chiare a tutti, quelle che venivano attraversate da fiumi di gente col naso all’insù, rivolto ai bei carri allegorici di una volta.

La tradizione popolare, non c’è dubbio, ha voglia di far rialzare la testa  ed anche quest’anno si sta profilando la possibilità di fare un passettino avanti verso più lungimiranti edizioni, quelle sperate e sognate da Fabio Mazzetti e dall’intero gruppo della Proloco di Rieti (di cui è fresco presidente), che il maltempo ha boicottato nella prima data fissata. Si ritenta  il 18 febbraio, sebbene si sia sconfinato nella prima domenica di Quaresima.

“Abbiamo cercato di riorganizzare un carnevale che, dopo due anni di forzato stop, sta cercando di riprendere il passo dei vecchi tempi, ma per farlo bisogna agire con cautela, oculatezza e tanta, tanta, buona volontà - dichiara Mazzetti - Dopo l’ottima riuscita della manifestazione dello scorso anno, con questa edizione si è cercato di cristallizzare quanto fatto  apportando qualche minima novità, con la speranza di creare i presupposti per poter organizzare una manifestazione ancor più importante negli anni futuri. Si stanno gettando di nuovo le basi affinché il nostro Carnevale possa realmente riproporsi come punto di arrivo per tutti gli altri del comprensorio adiacente e non più vivere solo di quanto gli stessi paesi attorno, ormai da anni, apportano al capoluogo in funzione del numero e della qualità di carri allegorici e gruppi mascherati. Ci vorrà del tempo, e non poco, lo sappiamo, per veder nuovamente brillare il nostro Carnevale di luce propria, come faro per l’intero territorio provinciale ma non vogliamo bruciare le tappe. La Proloco di Rieti ha pochissime risorse ed è costretta spesso a dover ricorrere alle proprie tasche ed alle proprie energie per trovare le risorse adatte a ricreare i presupposti a garantire a questa, come ad altre iniziative, un decoroso svolgimento. Siamo comunque già soddisfatti di aver creato una sorta di calendario ‘intelligente’ tra tutti i carnevali dei paesi vicini, di domenica in domenica, senza accavallamenti di date.”

Anche quest’anno, il Comune di Rieti farà la sua parte malgrado il predissesto economico lo inchiodi, limitandone scelte ed operazioni in una gestione amministrativa purtroppo ancora totalmente ridotta ai minimi termini. Oltre al sostegno della Fondazione Varrone e Asi Rieti, il nostro Comune contribuirà, congiuntamente alla Proloco locale, alla copertura di ogni onere relativo alla logistica generale della postazione di arrivo del corso mascherato in Piazza della Repubblica, a Porta Romana; postazione con palco centrale, impianto audio/luci e presentazione: intrattenimento musicale con la Cartoon band Miwa e la presenza del comico Lallo Circosta, dopo di che... attestati ai partecipanti.

“Sì, anche stavolta non ci saranno ‘vincitori e/o vinti’ - tiene a far presente il presidente della Proloco - verrà consegnato ad ogni carro, ad ogni gruppo, un attestato di partecipazione senza proclamazione di alcun podio. Per noi sono tutti meritevoli di sentito ringraziamento e considerazione, proprio per il grande spirito di collaborazione con cui, anche stavolta, hanno voluto contribuire al 'nostro’ carnevale. Ci costerà qualcosa in più dell’anno scorso (nel 2023 era costato intorno ai 12.000 euro, ndr) per le giuste ma congrue pretese dei vari organizzatori di carri e gruppi, di impianti, di assistenza medica, di animazione e spettacoli. Abbiamo ritenuto fosse giusto e doveroso riconoscere ad ognuno quel quid in più richiesto, data l’ampia disponibilità mostrata, l’anno precedente”.

Il percorso di questa edizione partirà dal piazzale del Centro commerciale Perseo muovendosi per viale dei Flavi, Piazza Marconi, via Cintia, largo Santa Barbara, per inoltrarsi a Città Giardino tramite via dei Lauri e confluire poi su via Borsellino, via delle Orchidee, viale Matteucci, via Sacchetti Sassetti, via Raccuini fino a raggiungere la piazza d’arrivo, a Porta Romana, dove si terrà il raduno generale del lungo serpentone chiassoso e colorato, prima dello spettacolo musicale conclusivo.

Ad intervallare il corso mascherato formato quest’anno da più di 20 carri allegorici e svariati gruppi mascherati a piedi (tra cui tre istituti scolastici), saranno le Majorettes di Cittaducale e di Contigliano ed il Complesso bandistico Santa Cecilia di Cittaducale. E’ previsto uno stand per la distribuzione di castagnole in piazza.

L’animazione e presentazione della manifestazione, così come avvenuto lo scorso anno, è stata affidata alla inesauribile Catiuscia Rosati.

“Per le future edizioni - conclude Fabio Mazzetti - abbiamo già in mente qualcosa di diverso che possa consentirci aspirazioni innovative proprio per cercare di far fare un doveroso ‘salto di qualità’. Stiamo già studiando nuove idee, formule ed interventi particolari per meglio articolare il percorso cittadino e rendere più attraente ed interessante la manifestazione stessa. Confidiamo soprattutto su quelle realtà commerciali ed imprenditoriali locali che vorranno avere a cuore l’iniziativa e porsi al nostro fianco. La collettività reatina ha bisogno anche di questo, possibilmente organizzato nel modo migliore, anche e soprattutto per mettersi definitivamente alle spalle anni scuri e difficili in cui ha dovuto subire l’onta di un black-out pressoché totale”

da Format gen-feb 2024

condividi su: