Aprile 2021

EVENTI E MANIFESTAZIONI

ANPI "INCREDIBILE MA VERO. ALLA VIGILIA DEL 25 APRILE LA STRADA CAMBIA NOME"

politica

Qualche giorno fa gli iscritti ANPI  di Torano (RI) aderendo all'iniziativa dell'Associazione Nazionale Partigiani Italiani,  denominata "STRADE DI LIBERAZIONE" avevano deciso di portare un fiore in via Sandro Pertini e, l'evento, veniva inserito nel programma del manifesto Provinciale ANPI e pubblicizzato ampiamente su tutta la stampa locale e sui social. 

Cosa accade?  L'amministrazione Comunale, faceva sostituire nei giorni scorsi, con una decisione a dir poco discutibile  per tempistica, l'insegna stradale che indicava la via intitolata a Sandro Pertini sostituendola con la targa dedicata a Nazario Sauro.

"Non sarà  questo gesto - commenta Cosmo Bianchini -a cancellare la storia della Nostra Repubblica Democratica e Antifascista e del nostro Partigiano già Presidente della Repubblica Sandro Pertini ,che è stato ed è ancora il più amato degli iItaliani. 

 Non conosco, ma  "capisco" i motivi di questo repentino cambiamento della toponomastica, (sicuramente sotto il profilo amministrativo sarà tutto ineccepibile ) ma la scelta è assolutamente non accettabile e sono del tutto fuori luogo  le modalità  di tempo di questo intervento. 

Se proprio si doveva cambiare la toponomastica e cancellare via Sandro Pertini, si poteva  almeno attendere per delicatezza istituzionale  il 26 aprile, considerando che mancano solo tre giorni al 25 aprile (e se qualcuno non lo ricorda è la festa della liberazione dell'italia dal nazifascismo)

  

E' cosi difficile ricordare che, se oggi ci sono molte libertà individuali e collettive fu perché nel 1945 vinsero gli antifascisti ed i partigiani?

 In ultimo volevo ricordare  che la Provincia di  Rieti é stata insignita della

 

 Medaglia d'argento al merito civile con queste motivazioni:

 

«La Comunità provinciale del Reatino resisteva, con fierissimo contegno, all'accanita furia delle truppe tedesche accampate sul suo territorio, altamente strategico per le immediate retrovie del fronte di Cassino, e partecipava, con indomito spirito patriottico ed intrepido coraggio, alla guerra di Liberazione, sopportando la perdita di un numero elevato di eroici concittadini e la distruzione di ingente parte del suo patrimonio monumentale ed edilizio.»
— Provincia di Rieti, 1943-1944
— 31 marzo 2005" 

                                                                    

   Rieti 23.4.2021           

condividi su: