Maggio 2019

TERREMOTO

AMATRICE, INAUGURATA LA SEDE PER LA BIBLIOTECA DIGITALE DONATA DA AMAZON

ricostruzione

È stata inaugurata la nuova sede della Biblioteca digitale di Amatrice: donata da Amazon alla città poco più di un anno fa, la struttura ha trovato una nuova casa, presso il Centro di Formazione Professionale, e si è arricchita di ulteriori servizi e dispositivi per offrire ancora più accesso alla lettura e al mondo digitale.

Ambasciatrice speciale dell'evento inaugurale è stata Fiore Manni, conduttrice televisiva e artista italiana, nonchè autrice di testi per ragazzi, che ha coinvolto gli studenti di Amatrice in una sessione di lettura dedicata al suo ultimo romanzo.

Nata dal progetto ‘Un eBook per Amatrice’, la Biblioteca era inizialmente costituita da sei moduli di container e si trovava nel centro della città, di fronte al palazzo del Comune. A partire da oggi, i suoi servizi saranno accessibili a tutti i cittadini all’interno di uno spazio dedicato nel Centro di Formazione Professionale di Amatrice, riaperto a inizio marzo 2019.

Rinnovando il proprio sostegno al progetto nella sua nuova sede, Amazon ha contribuito ad arricchire ulteriormente la Biblioteca e a renderla uno spazio dedicato alla lettura ma anche all’intrattenimento. Un’intera area del Centro è stata sottoposta a restyling: al suo interno i visitatori troveranno una sala lettura, con libri fisici ma anche in formato digitale, disponibili su E-reader Kindle; una sala per bambinicon tappeti morbidi per giocare, libri da leggere e colorare e un dispositivo Echo Show per visualizzare contenuti video grazie allo schermo HD da 10’; una sala multimediale con ulteriori E-reader Kindle, 2 tablet Fire HD 8, un PC, un sistema di amplificazione audio, una TV con Amazon Fire TV Stick e un dispositivo Amazon Echo.

Nella nuova Biblioteca digitale di Amatrice è infatti da oggi possibile interagire con Alexa, il servizio vocale basato sul cloud: tramite i dispositivi Echo di Amazon si potranno infatti utilizzare tutte le potenzialità delle Skill di Alexa, come ascoltare le “news” del giorno o apprendere le lingue straniere, oppure ancora comandare l’illuminazione della sala, che sarà dotata di lampadine colorate compatibili con Alexa e regolabili attraverso i comandi vocali.

La sala lettura della nuova biblioteca è stata rinnovata con il supporto di Moto Guzzi World Club, associazione senza scopo di lucro che dal 2002 riunisce i possessori delle Aquile di Mandello appartenenti a qualsiasi epoca, che ha donato libri e nuove scaffalature.

Infine, con il supporto di Amazon, è stata creata una Lista Desideri (https://amzn.to/2VqIMl5) su Amazon.it attraverso cui i clienti potranno donare uno o più articoli presenti nella lista e contribuire così al sostenegno delle attività e della Biblioteca di Amatrice.

Il sindaco di Amatrice, Filippo Palombini, ha partecipato alla nuova apertura della biblioteca e ha dichiarato: “Emozionante: abbiamo finalmente aperto la nostra biblioteca comunale. Il luogo della memoria, della conoscenza, della cultura e del futuro ha trovato definitivamente “casa”. E non è stato facile. E vi racconto perché. Sapete tutti che lo scorso anno, verso febbraio, AMAZON fece al Comune di Amatrice una donazione circa l’allestimento per riaprire la biblioteca comunale. Si fece anche carico di offrirci un container blu, nel quale avremmo potuto, seppur in via provvisoria, avviare l'attività bibliotecaria. Purtroppo, l'allora operante sul territorio come Protezione civile privata, il ROE di Giambattista Marchegiani, approfittando della convenzione in essere con il Comune, si fece donare direttamente il container (e pure il tendone cinema dei Lion), e rivendicò la proprietà di tali strutture impedendo, di fatto, l'avvio di attività pubbliche stabili. 
Tali strutture, infatti, furono smontate e portate via alla scadenza della convenzione che non fu, ovviamente, rinnovata.  Individuammo quindi, in alcuni locali dell'ex liceo del Trentino il luogo più adatto in cui posizionare, in via semi-definitiva, la nuova biblioteca. Dopo aver trasferito tutto il liceo nel nuovo complesso scolastico, e dopo il perfezionamento con il CFP della consegna degli spazi necessari per riportare la scuola alberghiera da ora e per i prossimi anni, abbiamo individuato le due aule dove collocarla. Grazie alla generosità di AMAZON, che ha curato anche il nuovo allestimento, della Moto Guzzi Word Club e del Vespa Club Rieti, abbiamo potuto finalmente inaugurare i nuovi spazi. La biblioteca consiste in una sala multimediale con apparecchi di avanguardia, una sala lettura e uno spazio per i più piccoli. La struttura sarà a servizio delle scuole, l'omnicomprensivo e l'alberghiero, e sarà, una volta definiti gli accordi con il CFP, aperta al pubblico in orari da definire. Un altro segnale di rinascita, per i giovani, per l'aggregazione, per la cultura, un altro gradino della lunga e ripida scala che porta ad una riconquistata normalità. La biblioteca ora è di tutti, ha una casa vera e non ha più padroni.”

“Siamo felici di rinnovare il nostro supporto ad Amatrice con la donazione di questa nuova biblioteca che trova  la sua sede definitiva. Crediamo sia molto importante promuovere la cultura anche attraverso l’accesso alle nuove tecnologie ovunque in Italia. Farlo ad Amatrice, offrendo il nostro supporto per il successo di questo nuovo centro pubblico di aggregazione, è per noi motivo di orgoglio” ha commentato Giorgio Busnelli, Media Director Amazon.it e Amazon.es. “Accanto ai libri, da cui Amazon stessa è nata, abbiamo aggiunto nuovi device e nuovi strumenti per aiutare giovani e giovanissimi ad avvicinarsi al mondo digitale e ad avere successo in futuro.”

La Biblioteca digitale di Amatrice viene supportata nell’ambito del programma Amazon nella Comunità, finalizzato a dare un contributo alle comunità dei Paesi in cui Amazon opera.

condividi su: