Agosto 2018

STORIE

ALESSANDRO FUSACCHIA PRESENTA LA SUA PROPOSTA PER IL VOTO ALL'ESTERO A WIRED ITALIA

"Ero a Castelnuovo di Porto, la notte dello spoglio - racconta l'on. Fusacchia - In questi enormi capannoni alle porte di Roma dove sono state aperte oltre un milione e mezzo di buste arrivate da tutto il mondo: i voti degli italiani all’estero per le elezioni politiche del 4 marzo. Più di 1.700 sezioni, di cui oltre la metà per la sola ripartizione “Europa” nella quale sono stato eletto.

Eravamo una trentina di volontari. Avevamo fatto una chat di gruppo su whatsapp, correvamo da una parte all’altra, e quando qualcuno notava qualcosa di strano avvisava gli altri con un messaggio e ci precipitavamo a verificare. 
Ne abbiamo viste di tutti i colori: sezioni che dopo ore e ore non avevano neppure cominciato, come errori dovuti all’ignoranza da parte di alcuni scrutatori delle regole relative allo spoglio. E poi, dopo tante arrabbiature, il vero colpo di scena, nel cuore della notte. 
Il presidente di una delle sezioni che stavano scrutinando i voti arrivati da San Marino mi mette una busta ancora chiusa in mano e dice “scommettiamo che indovino che voto c’è qui dentro?”.
Silenzio. 
Apre, ci azzecca. 
Si tratterà, alla fine, di soltanto una delle oltre 600 schede false trovate nelle diverse sezioni relative a San Marino, facilmente riconoscibili in base a peso e colore diversi se confrontati con quelli delle schede vere. Tutti voti a favore di una stessa piccola lista che a San Marino stava registrando percentuali decisamente sospette. Tutto messo a verbale e schede non conteggiate. 
Il tentativo di broglio ci può sempre essere. Ma sapete qual è il problema? Che se pensate di far votare gli italiani spedendo più di 4 milioni di buste in giro per il mondo, questo è il minimo che vi possa accadere. È un sistema inadeguato a garantire il diritto di voto in una democrazia moderna. La tecnologia può aiutarci a trovare una soluzione diversa: il voto elettronico.

Qui di seguito trovate la chiacchierata che ho fatto con Wired Italia  su questa proposta:

“Voto elettronico per gli italiani all’estero”

condividi su: