Novembre 2021

PERSONE & PERSONAGGI

ADDIO A ANTONIO CIPOLLONI: LA CITTÀ PERDE UN GUARDIANO DELLA MEMORIA

persone

Se ne è andato Antonio Cipolloni, per tutti ‘Tonino’. Decano dei giornalisti ma anche preziosa memoria storica cristallizzata in tante sue pubblicazioni da ‘Monelli di guerra’ a ‘La montagna di Roma’ da ‘Terminillo 1955’ a ‘La Guerra in Sabina’ passando per altri titoli fino a giungere all’ultima pubblicazione ‘Osterie, tra Bettole e Ristoranti nella Rieti del Novecento’. Lavori che Antonio aveva raccontato sempre attraverso le pagine del nostro giornale con dovizia di particolari, mostrandoci gli appunti di vita vissuta, il suo immenso archivio ben catalogato di Rieti e del monte Terminillo, ricordando aneddoti, facendoci ascoltare le numerose interviste realizzate ovunque ci fosse un testimone del passato. Nato a Rieti nel Rione San Francesco nel 1930: portava con lucidità sorprendente ed invidiabile i suoi 91 anni. Guardiano della memoria ma ‘con lo sguardo dritto e aperto nel futuro’; sia pure in lotta con la malattia, ritrovava l’energia necessaria proprio nel progettare. Il suo principale pensiero era l’organizzazione della presentazione dell’ultima fatica ‘Il Mio Diario del Coronavirus’ dei primi Cento Giorni dell'’IoRestoInCasa’. “Circa 100 giorni da quel 7 febbraio 2020, a Domenica 21 Giugno (festività di San Luigi) dello stesso anno; a ricordarci di un'epoca drammatica e surreale difficilmente dimenticabile” aveva scritto.

Interessante era stato il suo incontro con i social. L’età non era stata d’impaccio per lui che aveva deciso di trasformare la sua pagina Facebook in vetrina per tanti scatti fotografici preziosi raccolti durante la sua attività di funzionario dell’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo Rieti-Terminillo, di cui fu anche direttore dal 1990 al ’94. Avviato alla politica da Franco Maria Malfatti, nel 1973 divenne segretario della sezione cittadina della DC per circa dieci anni. Già membro del Consiglio di Amministrazione dell'Ospedale generale provinciale, fu eletto consigliere comunale della DC ininterrottamente dal 1980 al 1993. Assessore alla Pubblica Istruzione nelle giunte Saletti e Vella e al Personale nelle giunte Giovannelli e Tigli. Nel 1990 nella giunta Tabellini venne eletto Assessore al Commercio e volle creare la Mostra-Mercato dell’Antiquariato, Collezionismo e Oggettistica, che tuttora si tiene nel Centro storico. Nel 1992 si dimise volontariamente, prima da assessore, per contrasti con la dirigenza del suo partito, e poi da consigliere comunale, abbandonando di fatto l’attività politica e dedicandosi ai suoi numerosi hobby, tornando ogni tanto alla sua amata Marcetelli.

L’annuncio della sua morte ha colpito la Città in modo improvviso, suscitando nell’intera comunità reatina partecipazione al dolore della famiglia e dei suoi adorati nipoti. I funerali si terranno nella Chiesa di Regina Pacis sabato 27 novembre alle ore 15.

All’amata Maria Cecilia, ai figli Claudia e Luigi le condoglianze e l’affetto della nostra redazione.

25_11_21

condividi su: