Giugno 2024

EVENTI E MANIFESTAZIONI

210° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELL'ARMA DEI CARABINIERI

eventi

Il 5 giugno 2024 ricorre il 210° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Data coincidente con la concessione (nel 1920) della prima medaglia d’oro al valor militare alla bandiera, per le gesta compiute dai Carabinieri nel corso della prima guerra mondiale.

Per l’occasione, alle ore 10:00, all’interno della Caserma “Car. Raul Angelini” di Via De Juliis, sede del Comando Provinciale, si è tenuta una solenne cerimonia, alla presenza delle autorità provinciali, della cittadinanza e dei familiari dei militari.

La ricorrenza, come da tradizione, costituisce l’occasione per ricordare l’impegno profuso dai Carabinieri di tutti i reparti territoriali e speciali della Provincia di Rieti.

L’intero comparto dell’Arma vede presenti sul territorio 3 Comandi Compagnia (Rieti, Poggio Mirteto e Cittaducale), da cui dipendono 34 Comandi Stazione, oltre a Gruppo Forestale, Nucleo Elicotteri, Nucleo Ispettorato del Lavoro, Carabinieri presso la Scuola Interforze per la difesa N.B.C. e Carabinieri presso la Sezione dei Polizia Giudiziaria della locale Procura della Repubblica e, ovviamente, la storica e prestigiosa Scuola Forestale di Cittaducale.

Dal 1° giugno del 2023 al 31 maggio 2024, i Reparti Arma della Provincia hanno proceduto su 3.999 reati, pari all’88,9% di tutti i reati denunciati/accertati, assicurando alla Giustizia 167 persone in stato di arresto e segnalando all’Autorità Giudiziaria 1.119 persone in stato di libertà.

Nello stesso periodo sono stati sottoposti a sequestro complessivi 6 kg di sostanze stupefacenti.

ATTIVITÀ INVESTIGATIVA E DI REPRESSIONE

Principali indagini concluse nel periodo di riferimento:

-     Sostanze stupefacenti: il Nucleo Investigativo ha denunciato 37 persone ritenute responsabili dello spaccio di sostanze stupefacenti in vari comuni della provincia reatina e a Roma. Nella medesima attività sono state eseguite 12 misure cautelari (6 custodie cautelari in carcere, 5 arresti domiciliari e 1 obbligo di presentazione alla P.G.);

-     Truffe in danno di persone anziane: 15 episodi scoperti su 23 tentati/consumati con 2 persone arrestate e 13 denunciate;

-     Caporalato: il Nucleo CC Ispettorato del Lavoro ha dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari disposti a carico di un uomo, titolare di un’azienda agricola della Sabina, per il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro commesso a danno di due cittadini stranieri.

Per quanto riguarda, invece, le misure pre-cautelari eseguite, è il caso di ricordare quelle effettuate dal:

-     NOR – Aliquota Radiomobile di Poggio Mirteto, nel mese di gennaio, ha proceduto all’arresto in flagranza differita di un soggetto che, in più circostanze, ha violato il divieto di avvicinarsi alla ex coniuge raggiungendola sul posto di lavoro;

-     NOR – Sezione Operativa di Cittaducale e la Stazione di quel centro, nel mese di gennaio, hanno tratto in arresto un venditore ambulante che ha ceduto, come resto, alcune banconote false e, successivamente, è stato trovato in possesso di una pistola mai denunciata e del relativo munizionamento;

-     NOR – Sezione Operativa di Rieti, nel mese di aprile, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto di uno straniero ritenuto responsabile dello spaccio di sostanze stupefacenti (hashish, eroina e cocaina) all’interno di un’area boschiva vicina al capoluogo.

VIOLENZA DI GENERE E DI NATURA DOMESTICA

64 i casi trattati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e violenze sessuali e 31 i “codici rosso” gestiti avvalendosi anche della sala d’ascolto protetto per vittime vulnerabili denominata “Piccolo fiore”, realizzata all’interno del Comando Provinciale con il determinante contributo del Lions Club Rieti Flavia Gens. Dalla sua inaugurazione, la sala ha accolto già dieci donne vittime di violenza e nove minori escussi con le modalità protette in qualità di persone informate sui fatti.

136 le richieste d’intervento per aggressioni a donne perpetrate tra le mura domestiche, in cui il tempestivo intervento dei Carabinieri ha scongiurato più gravi conseguenze.

ATTIVITÀ DEI CARABINIERI FORESTALI

Il Gruppo Carabinieri Forestale, articolato in un Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale e 13 Nuclei Forestale, ha elevato 510 sanzioni amministrative (per un importo di 219.180,00 euro) e ha proceduto a 51 sequestri di cui 39 penali. 126 persone denunciate in stato di libertà e 3 in stato d’arresto per incendio boschivo (di cui 1 una colta in flagranza di reato). 30 persone denunciate per reati connessi ai rifiuti, alle discariche e all’inquinamento, 24 per illeciti in materia di urbanistica ed edilizia, 6 nell’ambito dell’attività venatoria, 12 nella tutela del patrimonio forestale e 7 nella tutela degli animali.

L’Unità Cinofila Antiveleno di Rieti, ha eseguito, congiuntamente ai reparti della Regione, 90 servizi preventivi e ispezioni d’urgenza, per la ricerca di esche, bocconi e carcasse di animali avvelenati. 30 i campioni repertati dei quali 15 risultati con certezza avvelenati.

ATTIVITÀ DI TUTELA SALUTE - TUTELA LAVORO E NUCLEO ELICOTTERI

Il Comando Carabinieri Tutela della Salute – N.A.S. ha controllato 304 attività, denunciato in stato di libertà 16 persone, segnalato alle Autorità amministrative 45 persone elevando 74 sanzioni per un importo pari a 32.500,00 euro e sequestrando/chiudendo 5 strutture (di cui 3 case di riposo per anziani).

Il Nucleo Ispettorato del Lavoro ha ispezionato 220 aziende, riscontrato 146 imprese irregolari, individuato 47 lavoratori non in regola, sospeso 41 attività imprenditoriali per lavoro nero o gravi violazioni in materia di sicurezza, elevato 115 sanzioni amministrative per un importo complessivo pari 449.202,00 euro, deferito in stato di libertà 141 persone, di cui 105 per violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il 16° Nucleo Elicotteri ha effettuato 300 ore di volo operative, tra le quali si annoverano quelle relative alle missioni operative per antincendio boschivo anche a copertura di aree ricadenti nelle province di Perugia e L’Aquila.

ATTIVITÀ DI PREVENZIONE

Oltre 17.900 i servizi di prevenzione svolti, nell’ambito di quali sono stati controllati 45.893 persone, 33.637 autoveicoli e motoveicoli.

7.176 le richieste d’intervento inoltrate alle Centrali Operative: 2.910 alla Compagnia di Rieti, 2.829 alla Compagnia di Poggio Mirteto e 1.437 alla Compagnia di Cittaducale.

Inoltrate alle competenti Autorità proposte per l’applicazione di 8 Sorveglianze Speciali di P.S., 18 Avvisi Orali e 13 Fogli di Via Obbligatori. Sono stati inoltre notificati 2 provvedimenti di divieto di accesso alle aree urbane (anche noti come “DASPO Urbano”).

SICUREZZA STRADALE

545 incidenti rilevati dei quali 9 mortali e 281 con feriti (25 sul Capoluogo).

Elevate 1.957 sanzioni al codice della strada, per un importo complessivo di 576.724,00 euro, con 122 veicoli sequestrati, 205 patenti di guida e 222 carte di circolazione ritirate.

VARIE

Si sottolinea la piena sinergia tra la componente Territoriale, Reparti Speciali dell’Arma, Guardia di Finanza e Servizio Veterinario dell’A.S.L., nel settore dedito all’allevamento di bestiame ove, in ossequio al Protocollo d’intesa rinnovato presso la Prefettura per il controllo dei bovini vaganti, si è proceduto ad effettuare varie ispezioni volte a verificare l’eventuale impiego di manodopera clandestina e/o minori, macellazioni clandestine, omessa marchiatura/profilassi del bestiame.

Sicurezza sui luoghi di lavoro: numerosi i controlli dei cantieri edili effettuati d’iniziativa dall’Arma territoriale e dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, nonché quelli discendenti da specifico Protocollo siglato con l’A.S.L. di Rieti che ha visto affiancarsi ai Carabinieri il personale dell’Ufficio Prevenzione e Sicurezza negli ambienti di lavoro.

Campagna per la prevenzione di furti, rapine e truffe: diffusione di volantino informativo (grazie anche agli organi d’informazione) ed organizzazione (in collaborazione con Sindaci e Parroci) di 46 incontri in favore delle fasce più deboli della cittadinanza, nel corso dei quali i Comandanti delle Stazioni Carabinieri, pressoché in ogni Comune, hanno potuto fornire consigli e suggerimenti al riguardo: oltre 1.000 le persone coinvolte negli incontri. 

Diffusione della cultura della legalità: effettuati 36 incontri nelle scuole della provincia e 35 giornate nelle quali le scolaresche hanno potuto vivere “un giorno da Carabiniere” e fare visita alle caserme dell’Arma. Oltre 3.000 gli alunni coinvolti nelle iniziative.

05_06_2024

condividi su: