Aprile 2020

SALUTE

A RIETI TEST SIEROLOGICI SI, TAMPONI NO: UNA STRANA ASIMMETRIA

salute, sanità

La Direzione della Asl ha annunciato ieri pomeriggio che dalla prossima settimana il Laboratorio analisi dell’ospedale “de’ Lellis” inizierà ad effettuare i test sierologici sul Covid-19. Nel comunicato viene sottolineato che i test sierologici sono molto importanti in vista della cosiddetta “fase 2” perché consentono un campionamento della popolazione locale, tracciando coloro che hanno sviluppato gli anticorpi.

Già un paio di settimane fa la Regione ha autorizzato i test sierologici, che possono essere effettuati perfino dai laboratori privati (quindi a pagamento). La Asl reatina sta ora seguendo questa strada e conforta sapere dalla stessa Direzione aziendale che il Laboratorio analisi dell’ospedale è attrezzato per poter svolgere autonomamente l’attività di screening, essendo dotato di apparecchiature e competenze in grado di garantire l’autosufficienza. 

Nessun laboratorio che non faccia parte della Rete Coronet ha invece l'autorizzazione ad effettuare i tamponi per l’accertamento della positività.

I test sierologici mettono infatti in evidenza solamente la risposta del sistema immunitario all’infezione e non individuano direttamente la presenza del virus nell'ospite, che è invece rilevabile soltanto mediante i tamponi naso-oro-faringei, i quali possono essere eseguiti solo previa prescrizione da parte delle autorità sanitarie competenti e solo presso le strutture pubbliche appartenenti alla rete Coronet coordinata dallo “Spallanzani”. Il Laboratorio dell'ospedale "de Lellis" non ne fa parte e continua ad afferire al Policlinico "Gemelli". Rieti rimane dunque l'unica provincia del  Lazio a non avere laboratori per l'analisi dei tamponi.

 

22-04-2020

condividi su: