Febbraio 2019

SALUTE

OSPEDALE DE LELLIS, RISCHIO DEPOTENZIAMENTO SEMPRE PIU' ALTO

sanità

L'ospedale S. Camillo de Lellis rischia di andare in crisi. Contrariamente a quanto viene detto siamo in una situazione di allarme. A denunciarlo, dati alla mano, numerose associazioni di volontariato che operano per l'ospedale e moltissimi operatori sanitari in servizio. Con i decreti regionali del 2014 che depotenziano di fatto alcuni servizi e con la imminente applicazione della legge Lorenzin l'ospedale rischia un declassamento in termini di qualità dei servizi resi alla popolazione. Occorre un decreto che tuteli la nostra sanità come hanno già fatto in altre regioni anche per gli eventi sismici. Quindi c'è poco da fidarsi, è ora di affrontare un problema sempre più imminente.Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare alla assemblea che si terrà alla casa di accoglienza dell'Alcli Giorgio e Silvia per reiterare proposte operative alla Regione Lazio il 21 Febbraio, ore 18:00.

"Stanchi delle innumerevoli promesse non mantenute, serve adesso un’immediata mobilitazione cittadina per difendere l’Ospedale di Rieti che rischia di essere declassato e ridimensionato se la Regione Lazio non applica subito un importante decreto governativo strategicamente non reso pubblico.

Stanchi di vedere andare via da Rieti istituzioni, uffici, presidi importanti, stanchi di vedere un capoluogo di provincia sempre meno considerato e rispettato, abbiamo deciso di valutare tutti insieme le azioni più forti ed immediate da portare avanti per difendere un bene prezioso come il nostro Ospedale.

Solo uniti e tutti insieme possiamo mantenere un Ospedale di eccellenza al servizio di un territorio già duramente colpito dal sisma.

La voce di una territorio inascoltato dovrà finalmente arrivare forte e chiara a tutti i livelli amministrativi, trasversalmente a tutti coloro che hanno in mano il destino del nostro Ospedale."

condividi su: