Dicembre 2020

NPC

KIENERGIA RIETI SECONDA VITTORIA A PUNTEGGIO PIENO

basket

(di Roberto Guidobaldi) - La partita era destinata ad essere equilibrata e così è stato. Due squadre con carte simili che hanno cercato, senza grintosa convinzione, il risultato pieno. Ne è uscito un incontro farraginoso, caotico, poco tecnico fino a quando, mosse e contromosse, non lo hanno "stuzzicato". Duelli personali hanno stimolato la grinta dei singoli ed in questa fase sono venute fuori prestazioni più coinvolgenti da parte di Pepper (autore di due/ tre giocate di alto spessore tecnico), di Tommasini, che ha fatto valere il suo fisico contro i suoi difensori, di Stefanelli, che si è  ben dedicato al forte Jones limitandolo, e di Taylor,  che se fosse stato più egoista, avrebbe potuto fare un sol boccone dei difensori che si sono alternati su di lui. Sembrava, ad inizio partita, che gli accoppiamenti difensivi potessero essere tutti favorevoli ai nostri colori con Mortellaro (39 anni) che non riusciva a reggere De Laurentis, o Taylor e Pepper che avevano tecnicamente e fisicamente grandi vantaggi sui loro rispettivi difensori. Poi però Lino Lardo con cambi di difese e noi stessi, con attacchi che non puntavano sull'area pitturata, abbiamo reso più sterili e complicati  azioni che potevano avere soluzioni più semplici e lineari. Si era anche notato uno squilibrio, a nostro favore, sugli attacchi uno contro uno, e questa caratteristica è stata un po' il leitmotiv di tutto l'incontro con Tommasini, Fumagalli, a tratti Pepper, Taylor, Stefanelli che lo hanno sfruttato.  Sul fronte avversario nonostante la presenza di buoni atleti,  Ikangi e Ogide non hanno mai dato l'idea di poter contrastare i nostri giocatori , che forse, con Taylor e De Laurentis, avrebbero potuto giocare più spesso in post basso. Tra le fila del San Severo il sogno estivo reatino, Jones, ha mostrato le sue grandi doti e seppur limitato da ottime staffette difensive, ha dato l'idea che se avesse voluto, avrebbe potuto, al momento della... bisogna, segnare. Non lo sapremo mai, ma l'infortunio alla coscia destra, che lo ha tenuto fuori tutto l'ultimo quarto di gioco, ha, di fatto, tolto molte chance di vittoria al San Severo. Concludendo, oltre ad una buona prova di Ponziani, ci sono da rilevare alcuni dati. Si è  vinto con basse percentuali ai liberi e al tiro da tre. Si è vinto con quasi 5 uomini in doppia cifra. Si è  vinto senza ancora avere il regista (Sanguinetti) che è ancora lontano dai suoi standard. Si è vinto ancora senza la spinta del pubblico. Agli avversari mancava un elemento come Contento e, nel quarto decisivo Jones. Nota di colore. Prima dell'inizio dell'incontro giovani tifosi reatini,f uori da uno dei portoni del Palasojourner  anzi proprio attaccati ad essi) hanno fatto sentire il loro contributo,  la loro presenza, il loro supporto ai giocatori, con cori di sostegno. Bel gesto. Di seguito i commenti dei coach e i tabellini.

Coach Rossi: “Sapevamo innanzitutto di giocare contro una squadra in salute, in fiducia è che appunto non molla mai ma ne ero assolutamente certo. Anche quando abbiamo provato a strappare sono sempre rimasti li con i denti. Però per me questa non è una sorpresa, potevamo gestire un po' meglio alcune fasi, soprattutto l'ultimo minuto e mezzo anche per garantirci una differenza canestri migliore in vista del girone di ritorno. Piccole cose che dobbiamo migliorare. Sicuramente mi è piaciuta la disponibilità comunque a passarsi la palla con 4 giocatori anche oggi in doppia cifra, con tanti momenti di buona pallacanestro e tanti tiri aperti che magari abbiamo sbagliato ma non importa. Difensivamente bene nei quarti centrali molto male all'inizio e alla fine. C'è da crescere, c'è da lavorare, però siamo contenti di aver fatto quello che desideravamo fortemente, cioè vince le prime due partite in casa della stagione”.

Coach Lardo: “Non abbiamo mai mollato. Purtroppo abbiamo preso un po' troppi canestri tutti, uno contro uno e soprattutto nella seconda frase del secondo quarto in contropiede. Però la mia squadra è questa, deve sicuramente migliorare, abbiamo tanti giovani, soprattutto in attacco, oggi ci mancava Contento che per noi è un’addizione importante soprattutto per il nostro attacco. Poi ci si è messo anche l'infortunio di Jones che non ci ha permesso veramente di giocarcela fino in fondo”.

Kienergia Rieti - Allianz Pazienza Cestistica San Severo 70-64 (14-19, 20-13, 18-12, 18-20)

Kienergia Rieti: Steve Taylor 21 (7/9, 2/4), Quirino De laurentiis 15 (6/9, 1/1), Francesco Stefanelli 10 (2/7, 1/4), Claudio Tommasini 10 (3/4, 1/4), Dalton Pepper 8 (4/8, 0/3), Riziero Ponziani 4 (2/2, 0/0), Carlo Fumagalli 2 (1/2, 0/1), Giacomo Sanguinetti 0 (0/1, 0/3), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0), Davide Frizzarin 0 (0/0, 0/0), Milos Vujanac 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sperduto 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 15 - Rimbalzi: 32 7 + 25 (Steve Taylor 9) - Assist: 17 (Giacomo Sanguinetti 6)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Andre Jones 16 (4/8, 2/3), Michele Antelli 14 (4/6, 0/3), Andy Ogide 11 (0/1, 3/10), Emidio Di donato 10 (2/4, 2/2), Simone Angelucci 5 (1/1, 1/4), Chris Mortellaro 4 (1/4, 0/0), Iris Ikangi 3 (0/1, 1/3), Filip Pavicevic 1 (0/1, 0/2), Edoardo Buffo 0 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 - Rimbalzi: 31 6 + 25 (Chris Mortellaro 10) - Assist: 8 (Michele Antelli 3)

ph Massimo Rinaldi

condividi su: