Dicembre 2020

CONTE PRESENTA IL NUOVO DPCM "UN NATALE DIVERSO, NON MENO AUTENTICO"

amministrazione

E' stato illustrato questa sera dal Presidente Conte il nuovo Dpcm che regolerà il periodo più atteso dell'anno ed anche quello giudicato più rischioso per il rialzo della curva dei contagi. "In un sistema liberaldemocratico non possiamo entrare nelle case delle persone e imporre delle stringenti limitazioni, quindi possiamo solo fare una forte raccomandazione, quella di non ricevere a casa persone non conviventi, è una cautela indispensabile" 

Ecco perché le misure precauzionali prese per questo periodo tendono tutte a dissuadere i comportamenti e le abitudini degli italiani:
Vietati spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio, mentre neLle giornate del 25, 26 dicembre e del 1 gennaio sarà impossibile muoversi anche da un Comune all'altro. Divieto di spostarsi dalle 22 alle 5 del mattino, il 31 dicembre il divieto viene esteso dalle 22 alle 7 del 1 gennaio. Ci si potrù sempre spostare per esigenze lavorative, per motivi di salute o di necessità, ad esempio per assistere persone non autosufficienti. E' sempre consentito il rientro  nel Comune in cui si ha la residenza, domicilio, luogo di lavoro o abitazione in cui si abita con continuità o periodicità. 

Gli italiani che andranno all'estero per turismo dal 21 dicembre ed il 6 gennaio dovranno sottoporsi al loro rientro a quarantena. Lo stesso è previsto per i turisti che arriveranno in Italia nello stesso periodo. 

Gli impianti sciistici rimarranno chiusi da domani stesso 4 dicembre fino al 6 gennaio, così come sono sospese crociere in partenza o in arrivo.

E passiamo all'argomento ancora più importante, quello relativo alle scuole. Si ricomincia il 7 gennaio con la didattica in presenza nelle scuole superiori di secondo grado. In questa prima fase sarà garantito il rientro in ogni scuola  per il 75% degli studenti.

Bar Ristoranti Pizzerie, nell'area gialla, sempre aperti a pranzo, sarà quindi consentito il pranzo di Natale o di S. Stefano. Nelle aree arancioni e rosse restano aperti solo dalle 5 alle 22 mentre sarà sempre possibile la consegna e l'asporto.

Gli alberghi rimarranno aperti in tutta Italia ma il 31 dicembre non ci saranno veglioni o cene, sarà possibile il solo servizio in camera.

Ciò che invece non si vuole limitare, è lo shopping: dal 4 dicembre al 6 gennaio i negozi rimarranno aperti sino alle 21, nello stesso periodo nei giorni festivi e prefestivi però, nei centri commerciali saranno solo aperti alimentari, parafarmacie, tabaccai, vivai, edicole. Per sostenere e attività commerciali, in grande sofferenza, parte il piano Italia Cashless per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento. Dall'8 dicembre e fino al 31 dicembre, con Extra Cashback di Natale, sono sufficienti 10 acquisti con carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay per ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro, da accreditare nei primi mesi del 2021 su qualsiasi acquisto effettuato. Vale per il singolo componente della famiglia. Scaricando l'App 'IO' e identificarsi con la propria carta d'identità elettronica o Spid. (Format aveva già anticipato questa iniziativa http://www.formatrieti.it/il-cashback-di-stato-studiato-dal-governo)

"Abbiamo voluto evitare che questa misura di vantaggio fosse valida anche per gli acquisti online che hanno già visto un notevole aumento - ha spiegato Conte - Vogliamo favorire gli esercizi commerciali di prossimità."

condividi su:
EMIGRANDO TRA VECCHIO E NUOVO MONDO
amministrazione, digitalizzazione, impresa
A TU PER TU COL NUOVO SINDACO
amministrazione, persone
DUE PESI E DUE MISURE
amministrazione